Chi Siamo

L'associazione Peter Pan è stata costituita nel maggio del 2000 da un gruppo di famiglie con bambini con autismo peterpan chisiamoe/o con altre difficoltà neurologiche invalidanti. Difficoltà diverse e un problema in comune: la difficoltà di ottenere adeguate coperture terapeutiche dal S.S.N.

L’assistenza disponibile per i nostri bambini ci sembrava insufficiente, per qualità e per quantità. Per quanto riguarda l’aspetto qualitativo, l’approccio terapeutico prevalente era di natura psicoanalitica. Abbiamo rilevato che – con i nostri bambini – ha prodotto risultati modesti, in confronto a quelli ottenuti successivamente con l’approccio comportamentale come base per un programma terapeutico multidisciplinare. Quanto poi all’aspetto quantitativo, gli spazi terapeutici offerti dal sistema sanitario erano certamente insufficienti e molto inferiori rispetto agli standard internazionali.

Ci sembrava importante far conoscere le nostre esperienze mettendole a disposizione di tutte le famiglie. Parlare in tanti con una voce sola, serviva a superare il muro delle convinzioni di allora per favorire la conoscenza e la diffusione di teorie, studi e terapie ben più moderne, efficaci e scientificamente testate.

Ci siamo quindi attivati per promuovere azioni di collaborazione e di stimolo finalizzate al miglioramento delle attività di riabilitazione ed inclusione sociale dei bambini con autismo. Abbiamo organizzato corsi di formazione e convegni con specialisti internazionali per promuovere la diffusione e l’utilizzo dei più efficaci metodi educativi e dei trattamenti terapeutici più moderni e scientificamente validi.

Col passare del tempo sono nate nuove esigenze, i ragazzi sono cresciuti, alcuni hanno imparato a camminare da soli, altri non proprio ed altri ancora hanno bisogno di tanto aiuto. Sono oramai dei ragazzi, degli adulti, le loro esigenze cambiano e stiamo molto attenti a comprendere le loro nuove esigenze ed a programmare le attività che saranno più utili in prospettiva e nel loro immediato futuro. Il progetto della “Casa di Peter Pan” nasce da alcune semplici ed evidenti constatazioni e dalle normali preoccupazioni dei genitori sintetizzabili in poche domande e risposte:

Cosa esiste oggi per un ragazzo disabile, magari grave, dal compimento dei 18 anni in poi?

Nulla. Pian piano cesseranno tutte le possibilità di partecipare e di avere dignità. La scuola con tutte le sue contraddizioni positive e negative termina, il lavoro è sancito ma nella pratica sarà invisibile o inesistente.

Approfondisci...

Dobbiamo costruire per loro un luogo dove possono avere una vita compiuta, serena e felice, fatta di giornate piene ed equilibrate, con le loro soddisfazioni e fatiche quotidiane. Una vita dove loro esistono realmente e con piena dignità.

Approfondisci...

Un difficile carico per i fratelli e le sorelle che impotenti e incolpevoli registreranno il progressivo rattristamento ed aggravamento dell’amato familiare costretto, nel suo isolamento, ad una vita senza una giornata e senza dignità o in alternativa, una vita in un istituto dove, nonostante il buon cuore e la generosità di chi lo gestisce, senza fondi e senza aiuti possono dar loro un pasto, un letto ed un panettone a Natale ma non una giornata e ne tanto meno una vita dignitosa.

Approfondisci...

Il tutto può essere riassunto così: se non ci pensiamo noi non ci pensa nessuno.

E’ nato così il nostro più grande ed impegnativo progetto: “La Casa di Peter Pan“. Guarda il video

E’ interamente dedicata a adolescenti e adulti con autismo, altri disturbi pervasivi dello sviluppo e patologie neurologiche invalidanti. Nasce per rispondere alle loro necessità di crescita, mantenimento cognitivo e socializzazione e per favorire e migliorare le loro autonomie, capacità e potenzialità lavorative. Avrà il grande compito di offrir loro la migliore qualità della vita possibile, una giornata serena, vera e ricca di soddisfazioni.